Accessibilità del web_Cenni

Non vi è un gran parlare in questi giorni per quanto riguarda la corretta pratica di sviluppo e progettazione di siti web accessibili. Anche se a prima vista non si direbbe, questo riguarda tutti quelli che possiedono un sito web, per tutti quelli che li realizzano, e soprattutto per tutti quelli che navigano in internet. 
Web Accessibility si riferisce alla pratica della creazione di siti web che saranno utilizzabili per le persone di qualsiasi capacità o disabilità mentale e fisica; infatti, sono molte le variabili che entrano in gioco quando si parla di accessibilità di un sito web.
Troppe società di sviluppo web trascurano l’importanza di una buona codifica del codice html all’interno delle pagine web. Molti elementi quali ad esempio un linguaggio sintatticamente corretto, fare uso di testo alternativo per le immagini, lo scrivere correttamente il nome de link sono parzialmente o del tutto trascurati. Un aspetto negativo collaterale che si concretizza è l’incorretta lettura del sito web da parte del file robot. immaginatene i riflessi!
Molte persone hanno difficoltà a controllare un mouse con precisione, e può diventare frustrante durante il tentativo di selezionare un piccolo collegamento. I Web designer richiedono  inserire un testo di dimensioni più grandi e creare aree cliccabili il quando possibile. I collegamenti dovrebbero sempre in stile e di colore diverso da un testo generico in modo che anche gli utenti possano individuarlo in modo più rapido e utile. Inoltre le pagine potrebbero essere codificate in un modo da permettere loro di navigare senza l’utilizzo del mouse o della tastiera.

Sito web non dovrebbe mai fare affidamento esclusivamente su un componente video o audio per trasmettere le informazioni, l’inconveniente in questo caso sarebbe quello di trovarsi di fronte un surfer che ha problemi di vista o di udito, o più semplicemente che abbiano l’impianto acustico del computer disabilitato o non funzionante. I visitatori sono importanti e si dovrebbe di tutto per non incoraggiarli a lasciare rapidamente il sito.
Web Accessibility Initiative.
La WAI è nata nel 1999 dal World Wide Web Consortium ed è considerata come una serie di linee guida per la creazione di siti web accessibili. Anche se non vi è stata alcuna critica verso le loro linee guida elaborate nel 2003, sta per essere pubblicata una seconda edizione sugli standard di accessibilità con linee tecnologicamente più neutrali. Questo lascerà più spazio all’interpretazione e la capacità di adattamento.
La guida discute in modo molto approfondito su come creare i contenuti di un sito web accessibile e comprende una sintesi di controllo per argomento e priorità. Si discutono questioni importanti al fine di fornire soluzioni progettuali per un certo numero di scenari che generano conflitti.
Il futuro dell’accessibilità
Siamo ad un punto in cui ora non vi è alcun dubbio sul fatto che l’accessibilità di un sito web sia una variabile importante, anzi in alcuni paesi è un vero e proprio obbligo giuridico. Con un numero sempre maggiore di siti web di essere che sono realizzati seguendo queste linee guida, presto si presenteranno nuovi sbocchi per l’editoria on-line; infatti, saranno possibili nuove implementazioni sulle metodologie di diffusione di contenuti web, quali ad esempio l’utilizzo dei pdf, tecnologie java-script o flash.

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa ne pensi dell’argomento?

Lascia liberamente il tuo parare..ne faremo tesoro!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: