A simple and competitive Seo strategy

Ideare la giusta strategia seo è importantissimo per raggiungere il successo in internet. Quando un’azienda proietta la sua attività on-line entra in concorrenza con il pianeta intero. Risulta difficie quindi, molto più difficile che nl mercato reale “spuntarla” in termini di visibilità negli elenche dei motori di ricerca. Il mancato raggiungimento delle prime 30 posizioni per specifiche parole chiave può rivelarsi una vera “palla al piede” poichè impedisce ai visitatori target (e potenziali clienti) di raggiungere il nostro sito web e venire a conoscenza dei nostri prodotti e/o servizi. E’ importante quindi scegliere le giuste parole chiave ed implementarle nella “giusta strategia seo” al fine di garantirci un equo ritorno di immagine e traffico qualificato. Quale può essere una semplice strategia seo che faccia al caso nostro?
Partiamo col dire che qualsiasi sia la tipologia di business cui appartiene la nostra attività, le aziende che sono da più tempo presenti in internet posseggono un vantaggio competitivo non indifferente che è dato dall’anzianità del dominio e dal consecutivo accreditamento da parte dei motori di ricerca che negli anni hanno scansionato e riscansionato le loro pagine web. Il vantaggio deriva quindi dall’abbinamento di specifiche parole chiave a specifici domini internet. Oggi le cose sono cambiate, ed è molto più difficile uscire nei primi risultati di ricerca per via dell’enorme concorrenza. In sostanza, con un sito relativamente “nuovo” sarà difficile competere con la concorrenza…ma non impossibile.

Vediamo ainsieme qualche utile suggerimento che ci possa aiutare nell’arduo compito di scalare i risultati di ricerca ed uscire in posizioni paritarie o migliori rispetto alla “concorrenza di sempre”.

Primo suggerimento. Sceglire un buon nome di dominio, che contenga una o più parole chiave (le più inerenti al servizio fondamentele dell’azienda), possibilmente disponibile in diverse estensioni (.com. net, org, info, biz…). In questo modo poniamo delle salde fondamenta a quello che sarà il nostro obiettivo finale! I domini con diversa estensione ci aiuteranno col tempo ad aumentare la link popularity in modo naturale, con la possibilità inoltre di inserire varianti particolareggiate dello stesso sito in domini differenti. All’inizio potrà sembrare un investimento un pò dispendioso o inutile, ma col tempo ce ne rivedremo bene!

Secondo suggerimento. Poichè sin da subito è difficile competere in modo incisivo con l’alta classifica (per le parole chiave popolari), bisogna concentrarsi su alternative e varianti delle stesse. E’ utile a tale scopo cercare sinonimi e parole correlate alla keyword principale, esaltando maggiormente “il servizio per il prodotto” o “il prodotto per il servizio”; altro modo è quello di aggiungere aggettivi alla parola chiave o di presentarla in modo “scherzoso” o sotto forma di quiz. Maggiori saranno le varianti della keyword principale, maggiori saranno le possibilità di essere ricercati. Quindi utilizzare parole chiave meno popolari ma strettamente correlate aiuta a sponsorizzare meglio la key fondamentale, e lasciando quindi inalterato l’obiettivo finale.

Terzo suggerimento: Ottimizzare ciascuna parola chiave nella propria pagina web; se ad esempio si hanno 10 varianti della keyword fondamentale, è molto utile scrivere 10 pagine differenti in cui si fa riferimento alla singola chiave di ricerca. Nell’argomentazione della pagina, fare sempre riferimento assoluto alla keyword fondamentale. In questo modo si amplificano esponenzialmente le “porte di ingresso” di traffico targettizzato per la parola chiave e le varianti della stessa.

A tutto ciò si aggiungono sempre e comunque altre strategie di link building, article marketing, blogging, per aumentare il traffico ed i punti di incontro rispetto alla parola chiave che stiamo sponsorizzando. 

Risultato: Nel tempo, le parole chiave correlate e similari che abbiamo utilizzato nella nostra campagna seo si saranno apprezzate di molto, ed è molto probabile che i motori di ricerca possano abbinare ad esse complementarietà assoluta rispetto alla keyword principale, la stessa keyword popolare che non ci faceva scalare la classifica dei motori di ricerca. Ovviamente i processo è molto lungo e non privo di imprevisti. Si richiede uno studio dettagliato della concorrenza e delle loro strategie di posizionamento, molta dedizione ed impiego di risorse per la scrittura dei contenuti ed il monitoraggio dei risultati. Alla fine, se non ci saranno stati troppi incidenti di percorso, ed a parità di tutte le altre condizioni di base (algoritmi, concorrenza, trend di ricerca, attitudini di consumo…) avremo raggiunto le prime posizioni per la parola chiave fondamentale (quella altamente concorrenziale) e per molte altre affini sulle quali si è lavorato per tutto il tempo.

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa ne pensi dell’argomento?

Lascia liberamente il tuo parare..ne faremo tesoro!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: