Tag: blog

Soluzioni innovative per il mercato – Pubblicità

Il Marketing si può definire come un processo sociale e manageriale per l’anticipazione dei bisogni (espressi ed inespressi, manifestati e latenti), attraverso l’utilizzo di strumenti (leve) quali il prodotto, il prezzo, la promozione e la distribuzione, nonchè di tutte le altre variabili che vi si aggiungono a seconda dei casi e dei contesti in cui si opera. Il marketing è un’approccio che copre l’intera attività aziendale e che si estende su tutte le relazioni esterne. Il marketing, applicato nel piccolo come nel grande, aiuta le aziende ad creare attorno a se una identità di mercato, una realtà, un approccio sistemico alle relazioni sociali (clienti, formnitori, dipendenti…).

Per creare, rafforzare ed estendere la propria  immagine nel mercato, bisogna essere creativi, e non limitarsi ad una singola azione, ma attiverne di diverse, in modo coordinato e creativo. Vediamo alcuni strumenti ..

Pubblicazioni specialistiche. Queste aiutano il potenziale cliente nella ricerca di soluzioni innovative, non ancora esplorate, in mercati non ancora del tutto serviti. Produzione e vendita di prodotti/servizi a lunga durata, in modo tale che il cliente, anche dopo molti anni dall’acquisto possa ricordare il nostro marchio e rafforzare quindi la nostra autorevolezza sul mercato. Scrivere e richiedere recensioni su determinati prodotti o servizi offerti, aiuta a portare credibilità nel marchio e nell’azienda nel suo complesso. Sponsorizzazione in rete di specifiche parole chiave, attraverso le quali segmenti specifici di clientela saranno attratti dai nostri servizi e potranno andare quindi a colpo sicuro nella soddisfazione dei loro interessi.

Viral Marketing, attraverso lo stimolo al brusio ed alla critica su specifici prodotti porta ad un’aumento della popolarità dell’azienda. Attivazione di partnership strategiche, in modo tale da poter essere elencati assieme ad aziende (concorrenti e non) che sono già forti sul mercato, in modo da rafforzare la credibilità aziendale. E-mail, annunci in rete ed affiliazioni, possono aiutare il cliente a trovare una valida alternativa di mercato quando sono alla ricerca di specifici servizi, sfruttando la presenza nelle liste e tenendolo sempre aggiornato sulle novità. Partecipazione alle sponsorizzazioni di eventi e simili, stando bene attenti a non allontanarsi troppo dal vero target di mercato.  Attivazione di blog e forum per lo scambio continuo di opinioni e la risoluzione di problematiche varie.

Attraverso l’attivazione continuativa e coordinata di questi strumenti, possiamo essere certi di aumentare la popolarità della nostra azienda… Non è importante il budget a disposizione se si possiede una grande creatività!

Ti è piaciuto questo articolo? Cosa ne pensi dell’argomento?

Lascia liberamente il tuo parare..ne faremo tesoro!

Annunci

Investire in una campagna PPC

Così come avviene nel mercato reale, anche nel mercato virtuale (web), la Pubblicità ricopre un ruolo fondamentale. La Pubblicità, in tutte le sue forme. È l’anima del commercio. Al fine di ottenere traffico mirato verso il proprio sito web, oltre al Posizionamento organico delle pagine web (Strumenti Seo), esiste una branca più grande per gli strumenti di web marketing definita SEM (Search Engine Marketing). All’interno di questa convivono strumenti quali l’Article Marketing, le Matrici di Link, Banner Bait, il PPC ed altro ancora…

L’obiettivo è sempre il medesimo: attrarre attraverso messaggi ad hoc traffico mirato, utenti targettizzati. Nel particolare, il Pay per click (PPC) è un particolare modello di advertising utilizzato all’interno di siti web, network, portali, serp, blogs…, dove gli inserzionisti (gli advertisers) pagano “il click” solo quando un utente clicca su un particolare Ad per visitarne il sito. Questi annunci sono costruiti direttamente sulle esigenze del cliente, e fanno da ponte tra gli obiettivi di fonte emittente e ricevente. Se si analizza più in profondità l’ambito dei motori di ricerca, gli inserzionisti (advertiser) puntano su particolari parole chiave che ritengono potranno essere inserite all’interno delle Serp dei Motori di Ricerca, e quando i potenziali clienti ne interrogheranno i database con specifiche keyword, allora compariranno i risultati Ad degli inserzionisti. I suddetti link vengono denominati “Risultati Sponsorizati” e vengono visualizzati, a seconda del Motore di Ricerca utilizzato, a bordo pagina o prima dei risultati organici.

La rendita in termini economici di una campagna PPC non viene calcolata in base alle visualizzazioni degli annunci stessi, ma in base ai click che i navigatori web effettuano su di essi per raggiungere il sito di destinazione. Ovviamente, il costo del singolo click, varia in base alla keyword scelta; in molti casi vengono realizzate delle vere e proprie aste per accaparrarsi le prime posizioni dei “risultati sponsorizzati”.

In internet esistono una molteplicità di aziende che offrono questi servizi, ma uno dei più diffusi, e sicuramente uno dei più conosciuti, e quello offerto da Google. Molte aziende, utilizzano il PPC come fonte primaria di marketing sui motori di ricerca, mentre molti altri soggetti lo utilizzano come uno strumento per la produzione di un costante traffico mirato.

Scriviamo ora, come attraverso piccoli steps è possibile iniziare una campagna di PPC con il Programma AdWords di Google.

  1. Aprire un account Google Adwords all’indirizzo http://adwords.google.it/select/Login. Di qui in poi sarà subito possibile utilizzare gli strumenti che Google ci mette a disposizione per creare annunci mirati. Da notare lo strumento per la ricerca delle parole chiave, utiissimo e sempre aggiornato con i database di Google.
  2. Creare il Titolo degli Annunci, soffermandoci sul servizio reale piuttosto che sul nome dell’azienda proponente, ed elencando vantaggi al posto di caratteristiche tecniche del prodotto servizio offerto.
  3. Utilizzare il tool dell’URL per veicolare l’utente a specifiche pagine, in modo da poter testare il funzionamento delle pagine di destinazione.
  4. Effettuare una buona scelta delle parole chiave che comporteranno la visualizzazione del messaggio. In moltissimi casi, soprattutto per i settori molto concorrenziali, è difficile trovare parole chiave a buon costo, ed è bene quindi basarsi su dati statistici e confronti incrociati per trovare il giusto mix tra parole standard ed innovative, in modo da lasciar inalterato il focus del messaggio ed attrarre comunque una vasta fetta di navigatori.

Il PPC è una tipologia pubblicitaria che sta riscuotendo un grande successo a livello mondiale, per la facilità di utilizzo ed i risultati ad essa connessi. D’altra parte, come ogni grande successo della rete, anche essa è soggetta ad abusi; infatti sono sempre più frequenti i casi in cui siti web, portali, blog incentivano “irregolarmente” i propri visitatori a cliccare sugli annunci stessi. Di contro non mancano di certo gli strumenti per tracciare e debellare questi click fraudolenti.. Un pianificato utilizzo degli strumenti di Pay Per Click può portare certamente benefici indiscussi sul traffico al sito web ed ai coefficienti di conversione delle visite in ricavi.

Investire in una campagna PPC

Così come avviene nel mercato reale, anche nel mercato virtuale (web), la Pubblicità ricopre un ruolo fondamentale. La Pubblicità, in tutte le sue forme. È l’anima del commercio. Al fine di ottenere traffico mirato verso il proprio sito web, oltre al Posizionamento organico delle pagine web (Strumenti Seo), esiste una branca più grande per gli strumenti di web marketing definita SEM (Search Engine Marketing). All’interno di questa convivono strumenti quali l’Article Marketing, le Matrici di Link, Banner Bait, il PPC ed altro ancora…

L’obiettivo è sempre il medesimo: attrarre attraverso messaggi ad hoc traffico mirato, utenti targettizzati. Nel particolare, il Pay per click (PPC) è un particolare modello di advertising utilizzato all’interno di siti web, network, portali, serp, blogs…, dove gli inserzionisti (gli advertisers) pagano “il click” solo quando un utente clicca su un particolare Ad per visitarne il sito. Questi annunci sono costruiti direttamente sulle esigenze del cliente, e fanno da ponte tra gli obiettivi di fonte emittente e ricevente. Se si analizza più in profondità l’ambito dei motori di ricerca, gli inserzionisti (advertiser) puntano su particolari parole chiave che ritengono potranno essere inserite all’interno delle Serp dei Motori di Ricerca, e quando i potenziali clienti ne interrogheranno i database con specifiche keyword, allora compariranno i risultati Ad degli inserzionisti. I suddetti link vengono denominati “Risultati Sponsorizati” e vengono visualizzati, a seconda del Motore di Ricerca utilizzato, a bordo pagina o prima dei risultati organici.

La rendita in termini economici di una campagna PPC non viene calcolata in base alle visualizzazioni degli annunci stessi, ma in base ai click che i navigatori web effettuano su di essi per raggiungere il sito di destinazione. Ovviamente, il costo del singolo click, varia in base alla keyword scelta; in molti casi vengono realizzate delle vere e proprie aste per accaparrarsi le prime posizioni dei “risultati sponsorizzati”.

In internet esistono una molteplicità di aziende che offrono questi servizi, ma uno dei più diffusi, e sicuramente uno dei più conosciuti, e quello offerto da Google. Molte aziende, utilizzano il PPC come fonte primaria di marketing sui motori di ricerca, mentre molti altri soggetti lo utilizzano come uno strumento per la produzione di un costante traffico mirato.

Scriviamo ora, come attraverso piccoli steps è possibile iniziare una campagna di PPC con il Programma AdWords di Google.

  1. Aprire un account Google Adwords all’indirizzo http://adwords.google.it/select/Login. Di qui in poi sarà subito possibile utilizzare gli strumenti che Google ci mette a disposizione per creare annunci mirati. Da notare lo strumento per la ricerca delle parole chiave, utiissimo e sempre aggiornato con i database di Google.
  2. Creare il Titolo degli Annunci, soffermandoci sul servizio reale piuttosto che sul nome dell’azienda proponente, ed elencando vantaggi al posto di caratteristiche tecniche del prodotto servizio offerto.
  3. Utilizzare il tool dell’URL per veicolare l’utente a specifiche pagine, in modo da poter testare il funzionamento delle pagine di destinazione.
  4. Effettuare una buona scelta delle parole chiave che comporteranno la visualizzazione del messaggio. In moltissimi casi, soprattutto per i settori molto concorrenziali, è difficile trovare parole chiave a buon costo, ed è bene quindi basarsi su dati statistici e confronti incrociati per trovare il giusto mix tra parole standard ed innovative, in modo da lasciar inalterato il focus del messaggio ed attrarre comunque una vasta fetta di navigatori.

Il PPC è una tipologia pubblicitaria che sta riscuotendo un grande successo a livello mondiale, per la facilità di utilizzo ed i risultati ad essa connessi. D’altra parte, come ogni grande successo della rete, anche essa è soggetta ad abusi; infatti sono sempre più frequenti i casi in cui siti web, portali, blog incentivano “irregolarmente” i propri visitatori a cliccare sugli annunci stessi. Di contro non mancano di certo gli strumenti per tracciare e debellare questi click fraudolenti.. Un pianificato utilizzo degli strumenti di Pay Per Click può portare certamente benefici indiscussi sul traffico al sito web ed ai coefficienti di conversione delle visite in ricavi.